Skip to main content

EBV: un anello in più per le olimpiadi invernali di Cortina

C’è un anello in più per le olimpiadi bianche di Milano-Cortina 2026. È l’anello green voluto da RFI con il progetto "Elettrificazione Bacino Veneto" e realizzato da GCF - capofila del raggruppamento composto da Ineo Scle Ferroviaire Snc e Sirti S.p.A - con l’elettrificazione completa dell’”anello basso” e dell’”anello alto” delle linee del Bellunese.

Un multi cantiere per la sostenibilità che, in coerenza con l’obiettivo di massimizzare i vantaggi ambientali propri del trasporto su ferro riducendo al minimo le emissioni, a giugno 2021 ha consegnato, lungo l’anello basso delle linee del Bellunese, 10 stazioni e oltre 92 chilometri rete ferroviaria completamente elettrificata e sta provvedendo, con il cantiere aperto lungo l'”anello alto”, all’elettrificazione di ulteriori 6 stazioni e 86 chilometri di ferrovia.

L’anello, complessivamente di 180 chilometri circa, segna la fine di un’epoca - quella delle littorine diesel - e rende possibile per Belluno e le Dolomiti un collegamento ferroviario “smart”, senza “rottura di carico”, sia verso Venezia attraverso Conegliano, che verso Padova via Montebelluna.

GCF, elettrificazione anello basso del Bellunese

Elettrificazione Bacino Veneto: anello basso


EBV: Anello Basso linee del Bellunese

Stazione ferroviaria di Belluno, venerdì 11 giugno ore 10:47. Bandiere tricolore e inno di Mameli intonato dai bimbi della Scuola Materna salutano, in una giornata definita “storica”, l’arrivo al binario 1 del moderno treno Pop 16856: il primo convoglio a trazione elettrica a percorrere l’elettrificata Conegliano - Belluno.

La cerimonia inaugurale costituisce una tappa rilevante del Progetto RFI di “Elettrificazione anello basso linee del Bellunese” ed una conquista apprezzabile per il trasporto ferroviario dell’intero Veneto. Di circa 55 milioni l’investimento sostenuto da RFI: “un investimento importante – sottolinea nell’occasione la presidente RFI Anna Massuttiche si va ad inserire nel più ampio pacchetto di 200 milioni destinati al progetto Bacino Veneto a all’elettrificazione dell’intero anello del bellunese”.

Un progetto fondamentale per il trasporto ferroviario - della popolazione locale e dei turisti - e per la sua sostenibilità ambientale. Un progetto per il futuro, nato in vista dei giochi olimpici di Milano-Cortina ma che guarda anche più in là.

Belluno in festa per l'inaugurazione della ferrovia elettrificata

20210611 Inaugurazione Conegliano-Belluno 01
20210611 Inaugurazione Conegliano-Belluno 02
20210611 Inaugurazione Conegliano-Belluno 03
20210611 Inaugurazione Conegliano-Belluno  04
20210611 Inaugurazione Conegliano-Belluno 05
20210611 Inaugurazione Conegliano-Belluno 06
20210611 Inaugurazione Conegliano-Belluno 07
20210611 Inaugurazione Conegliano-Belluno 08
20210611 Inaugurazione Conegliano-Belluno 09
20210611 Inaugurazione Conegliano-Belluno 10
20210611 Inaugurazione Conegliano-Belluno 11
20210611 Inaugurazione Conegliano-Belluno 12

Tratte e stazioni: i lavori di elettrificazione

Tre le tratte di ferrovia che, nei territori di Padova, Vicenza, Treviso e Belluno sono comprese nel progetto RFI “Bacino Veneto”.

Nell’ambito dell’Accordo Quadro 224, ha previsto la completa elettrificazione del cosiddetto “Anello basso linee del Bellunese”, appaltando progettazione esecutiva e realizzazione dei lavori, su stazioni e linee, al raggruppamento di imprese composto da GCF - Generale Costruzioni Ferroviarie S.p.A. (capogruppo mandataria), Ineo Scle Ferroviaire Snc e Sirti S.p.A.

Il programma di elettrificazione e sostenibilità ambientale - finalizzato alla eliminazione delle locomotive diesel massimizzando i vantaggi ambientali proprio del trasporto su ferro a emissioni zero – ha interessato i 30 chilometri della tratta Bassano del Grappa - Cittadella - Camposampiero, la tratta Castelfranco Veneto – Montebelluna (15 chilometri) e la tratta per lo più montana di circa 45 chilometri Conegliano Veneto – Belluno.

Nell’insieme sono circa 92 chilometri di ferrovia monobinario lungo i quali sono stati gettati oltre 2.700 blocchi di fondazione per la posa di altrettanti pali di linea o portali in acciaio zincato attrezzati con le mensole - per lo più di tipo Omnia - destinate all’ancoraggio della linea di contatto a doppio filo in rame da 2 x 100 mmq sostenuta da doppia corda portante in rame 2 x 120 mmq. Un lavoro di tesatura che attraverso città, vigneti, tratti montani e sponde lacustre ha prodotto 62 km di linea Trazione Elettrica con sezione 440 mmq e 30 km con linea TE a sezione 320 mmq.

Importanti, anche, gli interventi per l’elettrificazione delle stazioni interessate dal progetto - una decina le maggiori - non soltanto per la posa e l’attrezzaggio di pali e portali con travi MEC ma, soprattutto, per la realizzazione di nuove cabine TE di trasformazione (a Cittadella, Conegliano, Camposampiero) e di sottostazioni elettriche S.S.E. (a Bassano del Grappa, Nove-Vittorio Veneto, Ponte nelle Alpi) funzionali all’alimentazione della linea di contatto.

GCF Elettrificazione Veneto 01
GCF Elettrificazione Veneto 02
GCF Elettrificazione Veneto 03
GCF Elettrificazione Veneto 04
GCF Elettrificazione Veneto 05
GCF Elettrificazione Veneto 06
GCF Elettrificazione Veneto 07
GCF Elettrificazione Veneto 08

La tratta montana tra Vittorio Veneto e Belluno

Di particolare complessità i lavori di elettrificazione lungo la tratta montana di 30 chilometri tra Vittorio Veneto e Belluno caratterizzata dalla presenza di importanti viadotti di interesse storico (dal Ponte sul Meschio, detto dei 12 archi, alla periferia di Vittorio Veneto, al monumentale Ponte sul Piave, a Cadola), dall’attraversamento di numerosi centri abitati e stazioni (Nove, S. Croce del Lago, Stazione per l’Alpago, Cadola, Ponte nelle Alpi) e, soprattutto, dall’esistenza di ben 22 gallerie che, per un’estesa complessiva di circa 7 chilometri e mezzo, sono state attrezzate con 280 sospensioni da galleria fissate mediante l’impiego di apposite grappe inox. Due di esse, la S. Croce e la Fadalto (la più lunga con i suoi 2.152 m di sviluppo) sono state attrezzate con Stes (sistema di sicurezza in galleria); altre due - la Burigo e la Vigneta, per un’estesa di circa 500 mt – sono state allestite, invece, con catenaria rigida certificata GCF, indispensabile per sfruttare al meglio gli esigui spazi dei manufatti storici.

scorci e manufatti lungo la tratta conegliano - Belluno e presso la stazione di Montebelluna

I vantaggi dell’elettrificazione ferroviaria

Significativi i vantaggi offerti dall’anello ferroviario elettrificato: la possibilità di raggiungere Belluno su unico treno, da Padova come da Venezia, senza scali e cambi; la riduzione dei tempi di viaggio; la completa compatibilità e sostenibilità ambientale, sia dal punto di vista delle emissioni di CO2 che dell’inquinamento acustico; il miglior confort offerto ai viaggiatori, pendolari e turisti, dai modernissimi treni Pop dotati di prese elettriche e di posti bici con prese di ricarica; la possibilità per i treni elettrici di sfruttare al 100% le potenzialità strutturali della linea e di raggiungere più facilmente la velocità massima consentita ampliando i margini di recupero di eventuali ritardi; la maggiore affidabilità e sicurezza dell’infrastruttura ferroviaria tecnologicamente migliorata e dotata del Sistema Controllo Marcia Treno (Scmt).

Sui benefici ambientali derivanti dalla possibilità di eliminare la trazione diesel sostituendola con i convogli a trazione elettrica si è soffermata, in occasione dell’inaugurazione dell’anello basso del Bellunese, Sabrina De Filippis, Direttrice della Divisione Trasporto Regionale di Trenitalia: “Il nostro POP è un gioiello di sostenibilità, costruito per il 97% di materiale riciclabile e capace di ridurre del 30% il consumo energetico. Entro un biennio, grazie a 78 nuovi treni, porteremo la flotta ad un’età media di 5 anni. Un ulteriore primato per il Veneto che è la Regione con il più alto indice di puntualità e con un tasso di soddisfazione dei clienti che è oltre il 95%”.

20210611 EBV Start GCF 12

EBV - Elettrificazione in cifre

EBV - Elettrificazione in cifre

L1 Bassano - Camposampiero

L1 Bassano - Camposampiero

Stazioni: 3    
Bassano: 32 pali, S.S.E.
Cittadella: 103 pali, cabina TE
Camposampiero: 66 pali, cabina TE
Linea: 30 km  
Blocchi e pali: 700
Attrezzaggio: mensole tradizionali in acciaio
Sezione Linea di contatto: 320 mmq
L2 Castelfranco - Montebelluna

L2 Castelfranco - Montebelluna

Stazioni: 2   
Castelfranco: 10 pali
Montebelluna: 152 pali, 11 travi MEC
Linea: 30 km  
Blocchi e pali: 358
Attrezzaggio: mensole OMNIA
Sezione Linea di contatto: 440 mmq
L3 Conegliano - Belluno

L3 Conegliano - Belluno

Stazioni: 6   
Conegliano: 16 travi MEC; Cabina TE
Vittorio Veneto: 80 pali, 5 travi MEC
Nove: S.S.E.
S. Croce: 27 pali
Ponte nelle Alpi: 110 pali, 10 travi MEC, S.S.E.
Belluno: 86 pali, 11 travi MEC
Linea: 45 km  
Blocchi e pali: 994
Attrezzaggio: mensole OMNIA
Sezione Linea di contatto: 440 mmq
  • L1 Bassano - Camposampiero

    L1 Bassano - Camposampiero

    Stazioni: 3    
    Bassano: 32 pali, S.S.E.
    Cittadella: 103 pali, cabina TE
    Camposampiero: 66 pali, cabina TE
    Linea: 30 km  
    Blocchi e pali: 700
    Attrezzaggio: mensole tradizionali in acciaio
    Sezione Linea di contatto: 320 mmq
  • L2 Castelfranco - Montebelluna

    L2 Castelfranco - Montebelluna

    Stazioni: 2   
    Castelfranco: 10 pali
    Montebelluna: 152 pali, 11 travi MEC
    Linea: 30 km  
    Blocchi e pali: 358
    Attrezzaggio: mensole OMNIA
    Sezione Linea di contatto: 440 mmq
  • L3 Conegliano - Belluno

    L3 Conegliano - Belluno

    Stazioni: 6   
    Conegliano: 16 travi MEC; Cabina TE
    Vittorio Veneto: 80 pali, 5 travi MEC
    Nove: S.S.E.
    S. Croce: 27 pali
    Ponte nelle Alpi: 110 pali, 10 travi MEC, S.S.E.
    Belluno: 86 pali, 11 travi MEC
    Linea: 45 km  
    Blocchi e pali: 994
    Attrezzaggio: mensole OMNIA
    Sezione Linea di contatto: 440 mmq

Elettrificazione Bacino Veneto: contributi video e fotografici

Gallerie fotografiche: EBV photogallery 1 | EBV photogallery 2

Gallerie video (filtro: Elettrificazione Bacino Veneto): EBV video gallery

GCF in video: Elettrificazione Anello Basso linee bellunese


 

Progetto EBV, dati tecnici e luoghi

3:37 Fly. Dati tecnici e vedute dei luoghi e delle realizzazioni più significative lungo la tratta Conegliano - Ponte nelle Alpi.

Tesatura Stazione Vittorio Veneto

1:53 Fly. I lavori di tesatura della Stazione di Vittorio Veneto.

I portali di Montebelluna

1:05 Fly. Riprese aeree dei portali e dei lavori di elettrificazione eseguiti presso la stazione di Montebelluna.

Attrezzaggio Stazione di Alpago

1:24. La fase preliminare di palificazione e attrezzaggio con mensole di tipo Omnia.

Tesatura tratta Conegliano - Vittorio Veneto

1:15 Fly. I lavori di tesatura della tratta ferroviaria rettilinea sul confine dell’area coltivata a vigneto nei pressi di Vittorio Veneto.

Tesatura del Ponte dei 12 archi

2:56 Fly. La tesatura sul suggestivo ponte storico sul Meschio, detto dei 12 archi.

Cantieri EBV, foto gallery

 

+

Anello Basso del Bellunese: Scorci Fotografici

  • Da Vittorio Veneto a Ponte nelle Alpi

    Da Vittorio Veneto a Ponte nelle Alpi

    GCF Elettrificazione Veneto P1

    Vittorio Veneto GCF TE 4043
    Vittorio Veneto GCF TE 4046
    Vittorio Veneto GCF TE 4054
    Vittorio Veneto GCF TE 4062
    Fadalto GCF TE 4065
    Fadalto GCF TE 4000 G
    Fadalto GCF TE 4068 2
    Fadalto GCF TE 3977 G
    SantaCroce GCF TE 4022
    SantaCroce GCF TE 4005
    SantaCroce GCF TE 4018
    SantaCroce GCF TE 4023
    Ponte Piave GCF TE 4078
    Ponte Piave GCF TE 4074
    Ponte Piave GCF TE 4084
    Ponte Piave GCF TE 4090

  • Linea TE: Attrezzaggi

    Linea TE: Attrezzaggi, Mensole Omnia, Catenaria Rigida

    Fadalto 0634 D PAN LR RID 

    Linea TE GCF Veneto 3843 G
    Linea TE GCF Veneto 3926
    Linea TE GCF Veneto 3972
    Catenaria Rigida GCF TE 3933
    Catenaria Rigida GCF TE 3935
    Catenaria Rigida GCF TE 3937
    Linea TE GCF Veneto 3938
    Linea TE GCF Veneto 4027
    Linea TE GCF Veneto 4091
    Linea TE GCF Veneto 4047
    Linea TE GCF Veneto 4046 2
    Linea TE GCF Veneto 4048

  • Ponte sul Meschio

    Tesatura del Ponte sul Meschio

    GCF Elettrificazione Veneto P0

    Ponte Meschio GCF TE 3879 2
    Ponte Meschio GCF TE 3882
    Ponte Meschio GCF TE 3890 2
    Ponte Meschio GCF TE 3903
    Ponte Meschio GCF TE 3905
    Ponte Meschio GCF TE 3909

  • Tratta Conegliano - Vittorio Veneto

    Elettrificazione della Tratta Conegliano - Vittorio Veneto

    GCF Elettrificazione Bacino Veneto

    GCF Tesatura Veneto 001
    GCF Tesatura Veneto 002
    GCF Tesatura Veneto 003
    GCF Tesatura Veneto 004
    GCF Tesatura Veneto 005
    GCF Tesatura Veneto 006
    GCF Tesatura Veneto 007
    GCF Tesatura Veneto 008
    GCF Tesatura Veneto 009
    GCF Tesatura Veneto 010
    GCF Tesatura Veneto 011
    GCF Tesatura Veneto 012

  • Stazione di Vittorio Veneto

    I lavori di tesatura alla Stazione di Vittorio Veneto

    GCF Elettrificazione Veneto P0

    GCF Elettrificazione Veneto 01
    GCF Elettrificazione Veneto 02
    GCF Elettrificazione Veneto 03
    GCF Elettrificazione Veneto 04
    GCF Elettrificazione Veneto 05
    GCF Elettrificazione Veneto 07
    GCF Elettrificazione Veneto 06
    GCF Elettrificazione Veneto 08
    GCF Elettrificazione Veneto 09
    GCF Elettrificazione Veneto 10
    GCF Elettrificazione Veneto 11
    GCF Elettrificazione Veneto 12

  • Linea di Contatto: corde portanti e doppio filo

    Linea di Contatto: corde portanti e doppio filo

    GCF Elettrificazione

    2020 TE Veneto V1
    2020 TE Veneto V2
    2020 TE Veneto V3
    2020 TE Veneto V4
    2020 TE Veneto V5
    2020 TE Veneto V6
    2020 TE Veneto V7
    2020 TE Veneto V8