Skip to main content

“Cassa Edile Awards”, un premio per i virtuosi

Bollino etico Cassa Edile Awards per GCF e Gefer

Bollino di qualità per GCF e per GEFER

Potranno fregiarsi del bollino “Cassa Edile Awards” sia GCF che Gefer, insignite del prestigioso riconoscimento giunto alla quinta edizione. Un premio innovativo che non sottolinea e non riconosce primati ma valori o, meglio, il primato dei valori all'interno del mondo del lavoro.

Cassa Edile Awards è un progetto ideato dalla Cassa Edile di Bari, organizzato dalla Commissione Nazionale Paritetica delle Casse Edili (CNCE) e promosso da SAIE, la Fiera delle Costruzioni di Bari, la più grande community di imprese, professionisti e associazioni del settore delle costruzioni.

Il premio, riconosciuto dalle Casse edili e Edilcasse Italiane, è attribuito a lavoratori, imprese e consulenti che si sono contraddistinti per i loro comportamenti virtuosi e vuole essere, come spiega il presidente della CNCE Dario Firsech, “un’occasione per ringraziare formalmente chi compete lealmente rispettando le regole, i contratti di lavoro e i lavoratori nel settore edile”.

Per l’edizione 2023, ben 90 Casse edili hanno operato un’analisi selettiva su oltre 110mila imprese - il 90% del settore: 8 miliardi di salari dichiarati per 700 milioni di ore lavorate - passandole al setaccio di criteri esclusivamente etici e consegnando il bollino di qualità a 11.000 imprese (il 10%) 4.000 consulenti e lavoratori.

Una rosa di rappresentanti virtuosi del mondo delle costruzioni, dei suoi valori positivi, di quello stile del fare senza sotterfugi e senza scorciatoie che il premio vuole additare ad esempio.

Quattro le categorie per il segmento delle imprese a riconoscimento, rispettivamente, della continuità e della tempestività nei pagamenti (Sprint), dell’impegno dell’impresa quanto a ore lavorate (Top player), della correttezza nelle contribuzioni (Fair Play) e della consistenza della contribuzione versata (Dream Team). In tutte e quattro le categorie sono state attribuite a GCF e a Gefer segnalazioni di qualità da parte delle Casse edili di riferimento (tra di esse Como, Catanzaro, Firenze, Milano, Venezia, Verona, Trieste, Alessandria, Interprovinciale del Veneto).

Pubblico riconoscimento e segnalazione, inoltre, il 20 ottobre al Saie Bari, presso il Centro Congressi della Fiera del Levante, per i classificati nelle prime posizioni delle varie categorie del premio. Tra di loro, a salire sul palco, anche il dr. Andrea Mignacco, responsabile amministrativo in rappresentanza della GCF che, con una contribuzione di 1.711.553,61 euro si è aggiudicata la terza posizione per la categoria Dream Team “Imprese regolari nell’esercizio corrente che hanno la maggiore contribuzione integralmente versata”.

Le Casse Edili rappresentano il primo esempio di sistema contrattualmente definito tra Associazioni Imprenditoriali e Organizzazioni Sindacali dei Lavoratori. Il loro scopo è garantire l’applicazione del contratto collettivo nazionale edile e la concorrenza leale tra le imprese, oltre a favorire il lavoratore e il suo nucleo familiare, con prestazioni che privilegiano il sostegno per le spese sanitarie, istruzione e formazione. All’interno di questo ecosistema di virtuosismo e legalità il Premio Cassa Edile Awards intende sottolineare come sia possibile conciliare valori e risultati e tradurre comportamenti virtuosi in vantaggio competitivo.

“Ci auguriamo – ha sottolineato ai media Fabrizio De Serio, Direttore della Cassa Edile di Bari - che nelle scelte, anche a livello di lavori privati, che il bollino venga riconosciuto come segno distintivo di appartenenza ad una community di persone perbene e che questo possa fare la differenza”.