Skip to main content

Costruttori Top 200: GCF si conferma 8a

GCF Prima specialistica assoluta tra i Big delle Costruzioni

prima specialistica nella classifica dei Big delle costruzioni

Prima specialistica e 8.a in assoluto nella classifica Top 200 stilata anche quest’anno dallo Studio Guamari. La ferroviaria GCF, insieme a Gefer, conferma anche per il 2023 il ruolo di leadership tra le specialistiche e la sua posizione di prestigio tra le Imprese di costruzioni.

A sottolineare l’importanza del settore Costruzioni e del suo ottimo stato di salute nel panorama produttivo nazionale, gli autori della prestigiosa classifica che, in un articolo pubblicato qualche settimana fa su Il Sole 24 ore hanno evidenziato come “Le maggiori imprese di costruzioni, il cui podio spetta a Webuild, Itinera e Pizzarotti tra le generali e a Sicim e Bonatti (pipeline) nonché Gcf - Generali Costruzioni Ferroviarie tra le specialistiche, arrivano a sommare 32,3 miliardi di cifra d’affari (più 21,1%) con una quota internazionale del 37,7%”.
Nel complesso, aggiungono il prof. Aldo Norsa, Direttore scientifico, e Stefano Vecchiarino, market analyst  di Guamari “I conti economici registrano ottimi numeri reddituali: l’ebitda delle 200 cresce del 39,4%, l’ebit del 90,9% e l’utile netto di quasi otto volte (!). Dal punto di vista finanziario/patrimoniale, l’indebitamento netto totale si riduce di un significativo 34,3% e risulta ben coperto dal capitale netto, incrementato del 9,8%”

Indicatori finanziari che, per quanto riguarda GCF-Gefer, si attestano rispettivamente a 17,7% (ebitda) e 23,1% (ebit) per un risultato netto di 55,2 milioni (+ 19,4%) su un giro d’affari che, segnando un incremento del 15,6%, si è consolidato su quota 621,1 milioni di euro.

“Nel 2021 – sottolineava un anno fa lo Studio Guamaridopo la brusca frenata imposta dalla pandemia i big italiani delle imprese di costruzione hanno ritrovato la strada del rilancio”. I dati relativi al 2022 certificano la crescita del settore Costruzioni come tendenza.

Il 12 dicembre, presso la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli dati e classifiche raccolti nel "REPORT 2013 on the Italian Architecture, Engineering and Construction Industry" (lo si può scaricare qui) sono stati presentati dalla Guamari che - per il tredicesimo anno consecutivo - ha tracciato un affresco a tutto tondo delle performances ottenute dal settore industriale conosciuto come AEC (architecture, engineering & construction).

“Anche quest’anno – commenta Giuseppe Brecciaroli, Amministratore Delegato GCF – l’azienda ha concentrato i propri sforzi sia nella direzione del consolidamento e dell’espansione dei propri mercati esteri, sia in quella del rafforzamento della governance societaria, nella consapevole convinzione dell’importanza del ruolo di responsabilità che rivestiamo nel tessuto produttivo del Paese”.

Nel corso del 2023, nell’ottica di estendere il pacchetto d’offerta e di estendere i propri mercati esteri, l’azienda ha perfezionato l’acquisizione del ramo d’azienda PAI-PL di PSC Group – specializzato nelle tecnologie per la sicurezza ferroviaria - e consolidato il radicamento in nord America attraverso l’acquisizione della Lone Star Railroad.

Per contro, sul fronte dell’organizzazione interna, proprio a fronte della crescita, dell’impegno produttivo e del ruolo di responsabilità ricoperto a livello nazionale ed internazionale, a fine luglio, nel corso delle Assemblee degli Azionisti, sia G.C.F. S.p.A. che GEFER S.p.A. hanno deliberato di rafforzare la governance societaria optando per un organo di amministrazione collegiale a tre componenti.

Una revisione profonda dell'intera organizzazione societaria che va nel senso di una più puntuale ripartizione dei ruoli e delle responsabilità, con l'obiettivo di ottimizzare l'efficienza operativa e di rafforzare il sistema di controllo interno - ancor più garantito con la nomina di amministratori indipendenti - nell’ottica di consolidare ulteriormente la posizione di leadership nel settore ferroviario puntando sull'innovazione tecnologica e sulla sostenibilità economica, sociale e ambientale.

Classifica Top 200 Costruzioni