Skip to main content

11 anni di Suite Rapide per la Francia

GCF: oltre 2.100 km di rinnovamento veloce per SNCF

Oltre 2.100 i km rinnovati dai convogli GCF-Transalp

Undici anni di rinnovamento veloce, per oltre 2.100 chilometri di risanamento della massicciata e altrettanti di sostituzione del binario, rotaie e traversine. Le ferroviarie GCF-Transalp con il 2023 siglano un impegno che in 132 mesi le ha viste operare in oltre 60 cantieri di rinnovamento in “Suite Rapide” e si preparano ad affrontare “in velocità” ulteriori, nuovi cantieri previsti in Francia per il 2024.

Nuova Aquitania, Paesi della Loira, Alta Francia, Provenza-Costa Azzurra costituiranno il teatro d'azione per i prossimi interventi dei poderosi convogli Suite Rapide di GCF-Transalp ormai noti in tutta la Francia.

Fabbriche mobili modulari” che, guidate dai treni di rinnovamento Matisa P95 o dalle potenti risanatrici Matisa C75, sono composte ad hoc con le migliori e più performanti macchine operatrici.

In questi giorni, dopo la pausa natalizia, in Nuova Aquitania riaprirà il cantiere di Lamothe per completare la quinta fase dei lavori di rinnovamento lungo la linea 650 000 Bordeaux - Irun: un intervento che tra Laluque e Dax (dal pk 136+193 al pk 144+000), in una tratta resa complessa dalla presenza di numerosi passaggi a livello, consentirà di provvedere al rinnovamento di massicciata e binario (per circa 3 km) e alla sostituzione di ballast e traversine per circa 1.500 mt. Con la conclusione della fase 4, il treno di rinnovamento P95 – con 4 giorni d’anticipo – aveva provveduto a posare 117.000 nuove traversine TBA in cemento e a rinnovare 70.328 mt di binario, mentre il convoglio della risanatrice C75 aveva provveduto a risanare 62.500 mt di massicciata. Al termine dell’intervento, previsto in gennaio, saranno state rinnovate 150.000 tonnellate di ballast, 125.800 traverse TBA, 108.736 mt di rotaie nuove.

Oltre al completamento del cantiere di Lamothe, il 2024 vedrà GCF-Transalp impegnata in altri 4 cantieri Suite Rapide: a Limoges, capoluogo del dipartimento dell'Alta Vienne, nella regione Nuova Aquitania; a Le Mans, capoluogo del dipartimento della Sarthe nella regione dei Paesi della Loira; a Château-Thierry nel dipartimento dell'Aisne della regione Alta Francia; e, infine, a Cavaillon nel dipartimento della Vaucluse della regione della Provenza-Alpi-Costa Azzurra.
Inoltre, le ferrovie di Francia vedranno impegnata GCF, in qualità di mandataria o in raggruppamento, in ulteriori 3 cantieri “Hors Suite” previsti per il rinnovamento delle linee Bourges - Montluçon, in Alvernia, della ligne des Horlogers nella regione Bourgogne-Franche-Comté, e di una tratta di 35 chilometri della ligne d’Aubrac, in Auvergne-Rhône-Alpes.

Molti gli investimenti effettuati da GCF-Transalp Renouvellement negli undici anni di Suite Rapide Francese, a partire dal cantiere di Pau-Dax, nel gennaio 2013. Il raddoppio dei convogli Suite Rapide (dei 3 operativi in Francia due sono di proprietà GCF-Transalp) ha rappresentato il culmine di uno sforzo continuo di efficientamento e potenziamento che ha coinvolto gli addetti - sottoposti a migliaia di ore di formazione - e il parco macchine: non solo i “treni di punta” ma, anche, i macchinari complementari impiegati sui binari come nei cantieri. Ultimi arrivati, nel 2023, un caricatore strada/rotaia ACX 24RR Hydrostatique con rimorchio ACX R23T, con capacità di sollevamento di 7 tonnellate, il locomotore V212 RC di massa massima 66,45 tonnellate per una potenza di 1400 CV, la rincalzatrice dinamica Plasser 109-3X che, esaurite le fasi di test preliminari, farà presto il suo esordio sui binari SNCF.

Con i suoi circa 450 addetti ciascuna "suite rapide" - un convoglio ad alta tecnologia lungo centinaia di metri - si muove prevalentemente di notte lungo una linea movimentando tonnellate di materiali e restituendo ogni mattina una tratta lunga fino a 1 chilometro completamente rinnovata e immediatamente percorribile dai treni. Non solo è stato sostituito il pietrisco, le vecchie traversine - spesso ancora in legno - sono state rimosse e rimpiazzate con quelle in cemento, e le rotaie nuove sono state collocate in sede: la suite ha provveduto contestualmente alla rincalzatura, al livellamento e alla stabilizzazione della tratta rinnovata e, infine, alla ripulitura della sede di lavoro di tutti i materiali di risulta che possono essere smaltiti o riciclati.

Per saperne di più: Suite Rapide

 GCF-Transalp, 10 anni in Suite Rapide